Le Anomalie morfologiche del pene

Le Anomalie morfologiche del pene

Incurvamento del pene (griposi)

 

Con il termine griposi si fa riferimento ad una patologia caratterizzata da incurvamento del pene durante l'erezione. Tale incurvamento, di entità variabile, può essere in senso laterale, dorsale o ventrale.

 

 

Eziologia e patogenesi


Vengono ad essere distinte due forma di griposi, la primitiva o congenita e la secondaria o acquisita. Mentre nella forma secondaria l'incurvamento penieno è dovuto ad esiti traumatici o alla induratio penis plastica, la forma primaria è sempre connessa ad un'anomalia dello sviluppo delle componenti anatomiche che costituiscono il pene e pertanto si manifesta durante le prime erezioni nel bambino. Benché l'alterazione più frequentemente alla base della griposi sia lo sviluppo alterato della tonaca albuginea, possono venire riscontrate alcune altre anomalie che in base alla classificazione di Devine-Horton vengono distinte in:


▪ Tipo 1: Mancato sviluppo della fascia del Buck, del Dartos e del corpo spongioso.
▪ Tipo 2: Corpo spongioso ed uretra nella norma. Alterazioni della fascia del Buck e del Dartos.
▪ Tipo 3: Alterazione del solo Dartos.
▪ Tipo 4: Corpi cavernosi asimmetrici.
▪ Tipo 5: Anomalie dello sviluppo dell'uretra, come l'uretra corta congenita.


Meno frequentemente, la curvatura del pene può essere associata alla presenza di esiti fibrotici di ipospadia od epispadia; in questo caso si parla di corda penis.

 


Profilo clinico


Il quadro clinico è caratterizzato da dolore ad uno od entrambi i partners durante il rapporto sessuale. Nei casi di curvatura più gravi vi può essere impossibilità di penetrazione. Tali alterazioni possono essere inoltre alla base di disturbi psicologici.
Profilo diagnostico
La diagnosi viene confermata dall'esame obiettivo (o dal dato fotografico) e non sono necessari ulteriori esami di accertamento.
Terapia
La terapia si base esclusivamente sull'approccio chirurgico nei soggetti con disturbi di penetrazione o con curvature superiori ai 25°-30°. L'operazione più frequente è la plicatura o escissione di segmenti di tonaca albuginea sul lato convesso della curvatura (corporoplatica secondo Nesbit).
Nei casi associati ad induratio penis plastica la tecnica è più complessa poichè occorre eseguire uno scuoiamento completo del pene, talvolta con isolamento completo del fascio dorso-vascolare o dell’uretra, per correggere la curvatura.
 


Share by: